passioni: vasi in ghisa

10 febbraio 2011 § 9 commenti

La ghisa è un materiale creato in Inghilterra
nei primi del ’700 da una felice intuizione di Abraham Darby che era riuscito ad ottenere la fusione del ferro utilizzando il coke al posto del carbone a legna. Questa invenzione diede un impulso decisivo alla rivoluzione industriale. La ghisa servì principalmente come materiale da costruzione (locomotive, rotaie, ponti, pilastri…). Nella prima metà del ’800 il nuovo materiale entrò anche nelle case per la realizzazione di suppellettili domestiche e nei giardini pubblici e privati per la costruzione di arredi riccamente decorati con motivi provenienti dal mondo vegetale. L’arredo in ghisa raggiunse il suo apice in Inghilterra in epoca vittoriana. Ad inizio secolo il mutamento del gusto nelle arti applicate decretò la drastica riduzione della produzione degli arredi in ghisa. Negli ultimi anni si assiste ad un rinnovato interesse per l’arredo da giardino in ghisa. Non tutti i giardini, per un insieme di dettami estetici possono ospitarne, ma se si ha passione per questo materiale, piccoli e grandi vasi possono trovare una loro collocazione anche all’interno delle nostre case.Nel seguire la nuova tendenza, il mercato offre un’ampia scelta di prodotti che dobbiamo attentamente valutare per non incorrere in contraffazioni che possono comunque toglierci il piacere dell’acquisto. Non è facile distinguere gli antichi vasi in ghisa dalle imitazioni. Antiquari, mercatini o rigattieri offrono articoli simili con prezzi molto differenti. Tante volte ho visto vendere per originali inglesi o francesi nuove produzioni in ghisa opportunamente antichizzate, provenienti anche dal mercato orientale. Un grande aiuto è dato dalla forma stessa del vaso. Le fogge utilizzate sono sempre pressoché tutte uguali e questo può far sorgere qualche dubbio. Anche se presenti alcune sigle, purtroppo non sono sinonimo di autenticità. Se comunque il prezzo è buono acquistate senza esitazione il vostro vaso. I miei li ho acquistati negli anni su vari mercatini dell’antiquariato ed il loro prezzo è compreso tra i 7 e i 30 Euro per quelli di piccole e medie dimensioni.

L’ultimo acquisto fatto in primavera credo sia l’unico originale di inizio secolo. A differenza dagli altri anche se più piccolo è molto più pesante ed è dipinto di verde. Gli arredi in ghisa per lo più venivano dipinti in colori che potessero fondersi con la natura circostante: verde, marrone, o rovere brunito.

Alcuni antiquari specializzati dove potrete trovare pezzi importanti per la vostra collezione.

Recuperando

Pietrantica

Candida Bing

Anna Pejron

O aziende che continuano la produzione o commercializzano il prodotto

Ferro e Fuoco

Unopiù

About these ads

Tag:,

§ 9 risposte a passioni: vasi in ghisa

  • Liliana scrive:

    sono proprio belli i vasi in ghisa! anche io, tempo fa, avevo trovato uno in un mercatino e me lo sono subito preso..

  • Sono veramente bellissimi! Non ne ho ma devo cercarne qualcuno, anche se il mio giardino è ancora un po’ incolto e non adatto: ma col tempo…Tinu

  • Tiziana scrive:

    Ho sempre desiderato un vaso inglese in ghisa!!
    Specialmente le alzatine larghe le adoro!! Mi piacerebbe averne una per fare una cascata di fiorellini colorati, lobelie, torenia, surfinie, fucsie o begonie ed tante ederine variegate…..fermamiiiiiii”!!!!

  • Ely scrive:

    è un materiale che mi piace molto, mi sono appena comperata un’alzatina per le torte :-))) baci

  • Sara scrive:

    Mi hai dato un’ottima idea! Non conoscevo il merito di Abraham Darby, ma mi era nota solo la rosa che porta il suo nome!

  • Gilda scrive:

    Ciao sono Gilda, sono passata per conoscerti e ringraziarti per essere diventata una follower del mio blog.Ho dato una sbirciata al tuo e lo trovo delizioso,purtroppo il mio giardino è stato distrutto dai muratori,ma non’appena sarà possibile confido in un tuo aiuto per rimetterlo in piedi.Un abbraccio Gilda

  • michele scrive:

    i vasi sono bellissimi…ne vorrei tanto alcuni per metterli xò in casa….qui nn ci sono mercatini…dove li potrei trovare????”

    MICHELE

  • [...] Vecchi vasi, cache-pot un po’ sbeccati possono ospitare una pianta o un fiore per aggiungere un’ulteriore nota di romanticismo. In questo periodo le piante bulbose sono in piena fioritura. Io ho scelto il classico Giacinto, profumato ed imponente ravviva la mia composizione Shabby. Per preservare la mia jardiniere dalla ruggine, l’ho foderata  internamente utilizzando una vaschetta da plum cake in alluminio usa e getta. In questo modo quando bagno le piante l’acqua non entra in contatto la ghisa. [...]

  • Devo dire che sono un’ottima soluzione.
    Grazie per i consigli e le ispirazioni sempre azzeccati.
    Buona serata…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo passioni: vasi in ghisa su aboutgarden.

meta

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 748 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: